13 agosto 2017: Escursione geologica con il prof.Sinigoi

PDFPrintE-mail

VIAGGIO DAL CENTRO DELLA TERRA: Una visita guidata ai  geositi più rappresentativi del Supervulcano in Valsesia con la partecipazione straordinaria di uno degli scopritori, Silvano Sinigoi

Partenza: Vocca, fraz. Chiesa 1
Percorribilità: tour con auto proprie e tratti a piedi
Difficoltà dei tratti a piedi:
Escursionistica (facile)
Interesse:
geologico, naturalistico

Programma della giornata: Il ritrovo è alle 9.30 presso il Comune di Vocca, località Chiesa 1, nella sede dell'Associazione. Dopo una presentazione della storia del Supervulcano, si svolgerà un tour sui siti più significativi, compresi fra i paesi di Balmuccia e Prato Sesia.
Circa 300 milioni di anni fa, infatti, su quella parte di Pianeta che sarebbe diventata la Valsesia, l'ultima eruzione di un supervulcano provocò una straordinaria esplosione. Oggi, dopo centinaia di milioni di anni e infinite peripezie geologiche, vedremmo ben poco se le dinamiche che hanno originato le Alpi, tra 60 e 30 milioni di anni fa, non avessero sollevato e ruotato la parte di crosta terrestre in cui si trovava il vulcano esploso, mettendo in evidenza le rocce che costituivano il sistema di alimentazione e che si trovavano fino a circa 30 km di profondità. Ora così, nelle Alpi Occidentali, tra la Valsesia e la Valsessera, troviamo un laboratorio a cielo aperto che potrebbe aiutare gli scienziati a capire cosa succede sotto un vulcano attivo.
Noi cammineremo su queste rocce, raccontando la loro straordinaria storia.
I punti in cui si possono osservare le rocce del supervulcano sono numerosi e si trovano nel tratto di valle compreso fra i paesi di Balmuccia e Prato Sesia e nella prima parte della val Mastallone, tributario del Sesia. Ne sono un esempio il sito di Balmuccia, dove affiorano rocce del mantello terrestre, di Isola di Vocca, il cui suggestivo percorso nel bosco si snoda fra le rocce profonde da cui si estraeva il nichel; le rocce della camera magmatica affiorano in Val Mastallone mentre scendendo ancora lungo la valle principale, a Crevola, si osservano le rocce della crosta che fondevano dando origine ai graniti visibili ad Agnona. A Prato Sesia infine emergono dal fiume  le rocce originate con l’eruzione esplosiva finale.
Data l’ampiezza dell’area del supervulcano saranno scelti per la visita alcuni fra i siti più significativi; la scelta potrà variare anche a seconda delle condizioni meteorologiche.
Il pranzo è al sacco con possibilità di mangiare in trattoria prodotti locali.
L'escursione termina a Gattinara con una degustazione di vini nebbioli del Supervulcano offerta dall’Azienda Vitivinicola Anzivino di Gattinara e visita alle cantine.
Chiusura della giornata prevista per le ore 17.30 circa.
Programma della giornata: Il ritrovo è alle 9.30 presso il Comune di Vocca, località Chiesa 1, nella sede dell'Associazione. Dopo una presentazione della storia del Supervulcano, si svolgerà un tour sui siti più significativi, compresi fra i paesi di Balmuccia e Prato Sesia.
Circa 300 milioni di anni fa, infatti, su quella parte di Pianeta che sarebbe diventata la Valsesia, l'ultima eruzione di un supervulcano provocò una straordinaria esplosione. Oggi, dopo centinaia di milioni di anni e infinite peripezie geologiche, vedremmo ben poco se le dinamiche che hanno originato le Alpi, tra 60 e 30 milioni di anni fa, non avessero sollevato e ruotato la parte di crosta terrestre in cui si trovava il vulcano esploso, mettendo in evidenza le rocce che costituivano il sistema di alimentazione e che si trovavano fino a circa 30 km di profondità. Ora così, nelle Alpi Occidentali, tra la Valsesia e la Valsessera, troviamo un laboratorio a cielo aperto che potrebbe aiutare gli scienziati a capire cosa succede sotto un vulcano attivo.
Noi cammineremo su queste rocce, raccontando la loro straordinaria storia.
I punti in cui si possono osservare le rocce del supervulcano sono numerosi e si trovano nel tratto di valle compreso fra i paesi di Balmuccia e Prato Sesia e nella prima parte della val Mastallone, tributario del Sesia. Ne sono un esempio il sito di Balmuccia, dove affiorano rocce del mantello terrestre, di Isola di Vocca, il cui suggestivo percorso nel bosco si snoda fra le rocce profonde da cui si estraeva il nichel; le rocce della camera magmatica affiorano in Val Mastallone mentre scendendo ancora lungo la valle principale, a Crevola (Varallo), si osservano le rocce della crosta che fondevano dando origine ai graniti visibili ad Agnona (Borgosesia). A Prato Sesia infine emergono dal fiume  le rocce originate con l’eruzione esplosiva finale.
Data l’ampiezza dell’area del supervulcano saranno scelti per la visita alcuni fra i siti più significativi; la scelta potrà variare anche a seconda delle condizioni meteorologiche.
Il pranzo è al sacco con possibilità di mangiare in trattoria prodotti locali.
L'escursione termina a Gattinara con una degustazione di vini nebbioli del Supervulcano offerta dall’Azienda Vitivinicola Anzivino di Gattinara e visita alle cantine.
Chiusura della giornata prevista per le ore 17.30 circa.

Abbigliamento e attrezzatura raccomandati: scarpe da trekking, giacca impermeabile, cappello, crema solare.

Contributo per la giornata: 12 €/ 10 € per i soci/ 8 € per bambini con età compresa tra 8 e 14 anni/ gratuito per bambini con età inferiore a 8 anni.

Per informazioni e adesioni: +39 347 4474021  - CLOAKING - www.supervulcano.it

mini-SinigoiKinzigiti


Sesia Val Grande Geopark

Visualizza Supervulcano in una mappa di dimensioni maggiori