4 giugno 2018: Archeometallurgia in val Sessera

PDFPrintE-mail

Conferenza stampa “Piemonte archeo-minerario: l’Alta Val Sessera (Biella)”

L’Associazione ha presenziato alla conferenza stampa che si è svolta lunedì 4 giugno 2018, alle ore 17:30, sul tema «Piemonte archeo-minerario: l’Alta Val Sessera (Biella)». L’incontro si è svolto presso la sede dell’Unione Montana dei Comuni del Biellese Orientale, a Croce Mosso, in occasione della X giornata nazionale delle miniere ed è stata organizzata nel quadro del programma regionale Piemonte archeo-minerario. Miniere e opifici da risorsa strategica a patrimonio storico-ambientale.

Sono intervenuti Carlo Grosso, Presidente dell’unione Montana dei Comuni del Biellese Orientale e Sindaco del Comune di Mosso e il geologo Massimo Biasetti, seguiti dagli interventi specifici sulle ricerche di archeologia in Alta Val Sessera: Anna Gattiglia, collaboratrice della Cattedra di Archeologia Cristiana e Medievale dell’ Università degli Studi di Torino, ha parlato dell’archeologia mineraria in Piemonte nel programma «Piemonte archeo-minerario», in particolare nell’ambito dell’Alta Val Sessera; l’archeologo Maurizio Rossi, dell'Associazione Culturale “Il Patrimonio Storico-Ambientale” di Torino, ha invece illustrato i risultati e le prospettive relativi allo scavo archeologico dell’area archeo-mineraria di Pietra Bianca in Alta Val Sessera.

Gli interventi hanno illustrato lo stato dell’arte delle ricerche, che includono indagini in ambito storico, archeologico e geologico, e il consistente progetto di valorizzazione dell’area tutt’ora in corso, grazie al progressivo restauro delle strutture di lavorazione e all’allestimento di sentieri illustrati da pannelli.

La ricerca restituisce così al territorio un frammento affascinante del suo passato, che svela il tenace intreccio fra la storia dell’Uomo e quella dell’ambiente geologico .

 

 

Sesia Val Grande Geopark

Visualizza Supervulcano in una mappa di dimensioni maggiori